Energie Creatrici, Spazi Sacri

L’importanza della Luce – La Risonanza del Sole e del Cuore

La luce va consi­derata come una sostanza vi­vente, imponderabile e in­commensurabile, diffusa in tutto l’universo e in tutti gli elementi che lo compongono. Dovremmo cercare di coglier­la in ogni manifestazione, là dove appare, ed estrarla dal­la parte più intima e profon­da della nostra coscienza.

La luce è un vero e proprio ponte tra il mondo visibile e quello invisibile; nasce dallo spirito illuminato che riempie ogni sua iniziativa con la forza creativa del futuro, attirando a sè, come un magnete, l’e­nergia dei modelli superiori e trasferendola nella vita quoti­diana.
La forza della coscienza di un uomo genera un riflesso nella forma secondo la so­stanza dello spazio con cui entra in contatto. Ecco perchè è tanto importante la qualità del pensiero e dell’aspirazione e perchè il principio etico fon­damentale dell’umanità è quello di non inquinare la luce che spiriti e mondi più evoluti irradiano sul nostro pianeta. Solo quando molti uomini sapranno cogliere nel loro cuore la radiosa bellezza delle sfere celesti e riusciran­no a trasmetterla nelle nuove combinazioni della vita, la manifestazione della Nuova Era diverrà realtà.

Il destino del nostro mondo è, infatti, indissolubilmente legato al destino del nostro spirito.

Affinchè il raggio dello spirito ci possa illumina­re è necessario creare in noi un movimento ascendente, fatto di aspirazioni e di pen­sieri elevati, e renderlo il più persistente possibile. Il nostro “io” deve salire sempre più in alto, spinto dall’onda dell’en­tusiasmo: è perciò indispensabile rendersi conto che, oltre che delle nostre azioni, siamo responsabili anche dei nostri pensieri. Si può dire che la formula per arrivare alla luce sia: “imparare a tacere e puri­ficare il pensiero”: è, infatti, nell’oblio temporaneo di ogni situazione terrena che può apparire un’illuminazione interiore.

 I pensieri hanno una loro vibrazione lumino­sa che differisce secondo la loro qualità. Si può affermare che quando si osserva la vita senza pregiudizi, in modo sperimentale e cioè scientifi­co, la nostra mente già inizia a percorrere il sentiero dell’il­luminazione. Questo è dimo­strato da quelli che, proce­dendo così, hanno rischiara­to le profondità sconosciute della manifestazione. In effet­ti, migliorando la luce della mente la chiarezza del pen­siero giunge di conseguenza.

E’ risaputo che anche la lu­ce esterna migliora la quali­tà del lavoro ed essa è indispensabile perchè questo sia produttivo e utile: infatti, la cute dell’uomo assorbe i raggi luminosi e li immagazzina nel sistema nervoso. E’ anche acquisizione comune che i migliori effetti della luce si ot­tengono la mattina, e che qualsiasi fonte di luce artifi­ciale non può competere con la qualità e la potenza di quella solare. La vita dovrebbe essere, per­ciò, impostata sul valore della luce perchè la sua forza è ine­sauribile e applicabile a ogni livello della vita: fisico, emoti­vo, mentale e spirituale.
Seguire un insegnamento di vita significa camminare ispi­rati nella maggior tensione possibile alla luminosità, sia interiore che esterna; signifi­ca allontanarsi dai nemici della luce, ovunque essi sia­no, e prepararsi ad accoglie­re, e a trattenere, la magica polvere cosmica che trasporta i modelli del futuro.

Cerchia­mo di esporci il più possibile alla luce terrena, quella del sole, di giorno, e quella del cielo stellato, di notte; sembrerebbe un suggerimento bana­le ma sappiamo che ciò che produce vita e armonia sul pianeta equilibra e vivifica anche l’uomo, stimolandolo nel sistema nervoso e ghian­dolare attraverso una benefi­ca vibrazione luminosa che agisce a livello fisico e psi­chico.

Ricordiamoci che, mentre camminiamo sul pianeta ri­cevendo la luce delle stelle, del Sole, ir­radiamo a nostra volta la co­scienza della Terra. E’ solo con questa consapevolezza, infatti, che riusciremo a equilibrare la natura visibile con le fonti della luce invisi­bile. E dovremmo fare in mo­do che gli eventi quotidiani sfumino nel nostro cuore af­finchè possano apparire nel nostro pensiero i modelli della nuova vita.

E’ importante predisporre una vita salubre per la nostra psiche e ricordarci che, in quest’ottica, l’igiene del corpo e dell’ambiente dove si vive sono indispensabili. Bi­sogna quindi sviluppare il senso delle giuste proporzioni, per quel che concerne gli inte­ressi della vita, e dedicare un pò di tempo alla disciplina spirituale: la purificazione della mente, lo sviluppo della forza morale e la concentra­zione interiore sono requisiti da cui non si può prescinde­re. Purtroppo il mondo che ci circonda è ricoperto di ombra e la nostra “illuminazione” ri­chiede, specie all’inizio, uno sforzo consapevole e persi­stente.

La luce del cosmo è come lo scintillio di un raggio di sole in un cristallo e la nostra attenzione dev’essere sempre ben vigile per coglierne i ba­gliori. La capacità creativa, infatti, è l’abilità di assorbire e di esprimere queste vibra­zioni luminose. Nell’uomo la luce interiore si rivela negli occhi e, come una briglia d’oro, guida i suoi sentimenti.
Si può anche chiedere di es­sere condotti alla luce e una “mano amorevole” ci accompagnerà: la vita prevede molti sentieri ma i più luminosi so­no quelli “superiori”. Il sole e le stelle, in questo senso, sono degli ottimi punti di riferi­mento.

ESERCIZIO QUOTIDIANO DI ILLUMINAZIONE
Purificare Mente e Cuore

Quando meditiamo entriamo in “risonanza” con tutto ciò che ci sta intorno e vive con noi, emettendo onde magnetiche che si intrecciano armonicamente come i cerchi nell’acqua. Entrare in risonanza significa essere disposti a donare e ricevere con abbandono e amore, attivando le qualità più sottili e più limpide del nostro essere.

Questa esperienza non si produce ad un livello mentale perché la mente è solo un “terreno” da coltivare. Essa ha origine nel “campo vibrazionale del cuore” dove i semi nascono come scintille divine. Il cuore è l’astro interiore dal quale si irradia la “luce cosmica” che è l’essenza vitale del nostro essere.

1

La Meditazione nella “Risonanza del Sole” è un momento di estasi profonda nel quale avviene il rispecchiarsi degli astri nel giardino della mente. La mente quindi è come un portale di cristallo per il passaggio della Luce. Per questo è necessario liberarla dai “grovigli della ragione” aprendola come un fiore ai raggi del sole.

L’apertura dei “canali”, attraverso la Meditazione ed il Silenzio, permette al cuore di irradiare la sua luce verso la mente, come un seme dorato che potrà germogliare e venire fecondato dal flusso di energia divina emanata dalla Risonanza del sole.

ESERCIZIO

Cercate un luogo tranquillo, immerso nella natura, dove nessuno possa disturbarvi ( in cima ad una collina, sulla riva di un fiume, in un parco o in un giardino fiorito, va bene anche il terrazzo di casa se è adatto  e indisturbato ). Il sole non deve essere a picco ma di fronte a voi ( alba inoltrata oppure qualche ora prima del tramonto ). La meditazione può essere breve – 10/15 minuti – oppure lunga – 30/45 minuti; in piedi o accovacciati in posizione comoda ed equilibrata.

  • Rivolgendovi al sole chiudete gli occhi e cominciate a respirare lentamente, in profondità, seguendo il ritmo che il vostro corpo vi suggerisce…  Concentratevi sul respiro ed “ascoltatevi”…
  • Svuotate, gradualmente, la mente dai pensieri esteriori e focalizzatevi sull’energia che il vostro corpo emana intorno…
  • Quando avete raggiunto un buon equilibrio nella respirazione sollevate, leggermente, il viso verso il sole mantenendo gli occhi chiusi ed appoggiate i pollici sulle tempie orientando le mani aperte nella direzione del sole ( come nell’immagine )…
  • Immediatamente percepirete una lieve e “chiara” sensazione di benessere, come una sottile carezza che sfiora la vostra mente. Ciò significa che il canale è aperto e siete pronti a ricevere…
  • Restando immobili accogliete il flusso di calore e di luce, lasciandovi penetrare senza fretta…  Una linfa dorata giungerà dal sole e, lentamente, inonderà la vostra mente come una “dolce acqua”…
  • Immaginate di essere un prisma e seguite con il pensiero il fascio di luce che entra nel vostro corpo e scende verso il cuore… Gustate l’armonia e l’equilibrio e lasciate “risuonare” in voi i colori dell’iride nella loro chiara perfezione e luminosità…
  • Lasciatevi “riempire” dalla luce e dal calore ed immaginate il vostro corpo come un “cristallo limpido” che vibra e risuona armonicamente nello Spazio…
  • Godete il più possibile di questo momento di elevazione che avete creato: la Luce ed il Calore del Sole risaneranno il vostro essere con una potente ricarica d’Amore…
  • Lentamente riportate le mani in posizione di riposo e fluttuate come un frammento d’Infinito in questo “spazio di benessere”…
  • Successivamente, se vi sentite pronti, con le mani in posizione di riposo aperte alla luce  e con gli occhi chiusi, focalizzate la vostra attenzione al cristallo del terzo occhio… Volgete il viso al Sole… Respirate lentamente puntando lo sguardo al centro dell’Astro…
  • Restate armonicamente in attesa, senza particolari aspettative o desideri. Potranno giungere immagini ed intuizioni, in forma di pensieri o flash visivi, che vi daranno la “direzione”…
  • Ascoltate con il cuore aperto… Non pensate alla mente perché vi porta fuori strada. Ogni “Risonanza”, ogni “Voce” giunge solo dal cuore… poi viene “udita” anche dalla mente…”

Non abbiate fretta di “sentire” ma rilassatevi e gustate solamente il benessere della Luce, della “Risonanza del Sole”. Poi tutto il resto verrà…


Fonti:
comunitadieticavivente.org
diventiamopensieri.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...