Alchimia, Books, Food for Soul

Come il Primo Giorno – A testa in giù, nella Terra di Mezzo

di M. M. Judas

Il vantaggio della Terra di Mezzo, è che puoi scegliere.
Puoi scegliere se guardare qualcosa dall’alto o dal basso.

Se scegli di dimorare negli abissi, vedrai le cose solo dal basso. Se la tua unica ricerca riguarda l’ascesi, riuscirai a vedere le cose  dall’alto. Ma se ti  concedi di essere guardiano e custode della Terra di Mezzo, avrai il vantaggio di poter guardare qualcosa sia dal basso sia dall’alto.

RGonsalves-Over-the-Moon
Rob Gonsalves Art

La chiamano coerenza, quella sorta di follia che ti costringe a restare a tutti i costi sulla stessa linea, e la spacciano per cosa buona e onorevole. Allora, per discrezione, non dirlo a nessuno ma prova a farlo. Esci dalle righe che la vita ti ha disegnato e impara a ribaltare ciò che sai e ciò che supponi di sapere.

Impara ad essere ambiguo persino per te stesso.

In principio la resistenza  sarà enorme ma non demordere, rincomincia da capo, non stancarti di farlo. Sovverti, ribalta, capovolgi tutto ciò che sai, soprattutto le certezze, i punti fermi.

Non è necessario che ”cambi idea”, ma è necessario che ti conceda uno spazio in cui, nella calma più completa, ti riservi la possibilità che una certa cosa sia diversa da ciò che tu credi, da ciò che hai appreso, da ciò che ti hanno insegnato, da ciò che ti hanno inculcato.

E’ davvero sorprendente quello che puoi scoprire attuando questa strategia, e ti troverai a volerlo rifare ancora e ancora.

Ti hanno detto che puoi essere posseduto dai demoni. e se fossi tu a possedere loro? Ti hanno consigliato di intonare un OM al Grande Cosmo, eppure io ho udito il Grande Cosmo cantare un OM per me. Ti hanno insegnato che è cosa saggia vivere ogni giorno come fosse l’ultimo. Allora smetti di essere saggio e sii impavido.

Nel tuo ultimo giorno saprai troppe cose. Sarai pieno di ricordi, di rimorsi, di rimpianti, di cose non fatte, non dette, non intuite e l’unica cosa a cui riuscirai a pensare è che non avrai il tempo, il benedetto tempo, per approntare rimedi. Ogni idea verrà spenta, come sta per spegnersi il sacro fuoco che, generosamente, infonde vita all’interno dell’alambicco nel suo ultimo giorno. Il movimento rallenta, la soluzione si raffredda, il ribollire della vita si attenua.

Ma questa è la Terra di Mezzo e puoi cambiare prospettiva.

Allora fallo, capovolgi tutto: vivi ogni giorno come fosse il primo, quando c’è ancora tutto il mondo da scoprire. Per poterlo fare ti serviranno solo i meravigliosi e meravigliati occhi di  un bambino che ancora non sa cos’è bene e cos’è male.

Ricordi la paura e la sorpresa, la prima volta che hai visto il mare? E quando hai visto la luna? Come diavolo faceva a stare sospesa nel cielo? Ricordi quando hai mangiato la prima fragola? Quando hai accarezzato un gatto, quando ti sei allacciato le scarpe, quando hai scritto con la mano tremante la lettera A, quando hai toccato la neve, quando hai raccolto un fiore, quando ti sei sentito solo, quado hai aspettato l’alba, quando hai preso l’ascensore, quando ti sei visto allo specchio, quando hai litigato con il tuo amico, quando la pioggia ti ha bagnato, quando ti sei perso, la prima carezza, il primo schiaffo, la prima bugia, il primo bacio, la prima volta che hai fatto l’amore.

Ricordi la prima volta che ti sei sciolto di tenerezza, guardando due occhi di fronte a te? Ricordi il sapore del latte di tua madre? E la prima volta che ti sei punto con una rosa? La prima volta sull’altalena, la prima volta che il fuoco ti ha bruciato, la prima volta sul treno, la bici senza rotelle, la prima fiaba, la prima parolaccia, il primo libro che hai letto, la prima volta che ti sei sbucciato le ginocchia, la prima volta che hai detto e la prima volta  che hai detto no. E il tuo primo meraviglioso, sublime e innocente non lo so.

Sii un eterno bambino su  questa terra, c’è ancora tutto il mondo da scoprire.

Rimuovi, cancella, dimentica tutto quello che sai. E vivi ogni giorno come fosse il primo..

[Tratto da La Via della Trasmutazione Alchemica di M.M. Judas]

 
OBLIVIUM / RUBENS / LUX – Manuale di discesa nell’ombra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...