Energie Creatrici, Tantra, Yoga

La E-Mergenza del Divino Femminile

Dott.ssa Diletta Varlese 

C’è una e-mergenza, un nuovo emergere e un’ urgenza di trovare il perfetto equilibrio nelle due linee della forza vitale, quella femminile e quella maschile. C’è un sorgere irruento ed un irrompere del divino femminile, che bilancia anni, secoli di predominanza del maschile.

I nuovi codici e nuovi paradigmi di questa epoca sono l’assoluto equilibrio tra queste due forze creatrici, che nello yoga sono Shiva e Shakti, e la comunione di esse. Nella nostra vita quotidiana, nella nostra pratica di meditazione e di yoga, e ogni pratica spirituale, nelle nostre relazioni e prima di tutto in noi.

Lasciare che le due linee di forza universali facciano l’amore nel nostro essere. Essere entrambe, universali, così come la loro unica produzione umana, noi stessi.
Miracolosa.

Shiva & Shakti by Pooja Bhapkar

Ogni primavera la vita ci ricorda che è miracolosa e la connessione al nostro cuore, che la pratica ci regala, ci permette di aprire gli occhi per apprezzarla, in ogni piccola forma o eclatante espressione. Non ne siamo solo parte. Noi SIAMO il miracolo. Questo è il risveglio della Shakti.

Non è più ad appannaggio solo femminile o delle donne, ma appartiene e tocca tutti, una nuova umanità, un nuovo livello di coscienza.
Benché le donne nel loro utero ne sono portatrici e hanno il dovere di rivelare questo potere ed essere esempio di cosa significhi dare vita alla nuova umanità.

Qualunque ancoraggio alla pratica spirituale è ben accetto. Onorare il corpo per sentire e immergersi nello scorrere del processo respiratorio della vita. Inspira, espira. Fare l’amore da umano e universale.
Offrirlo come preghiera di risveglio della natura divina del Cosmo.
Anche praticare yoga ha cambiato paradigma. Ora più che mai ha il suo significato di offerta dell’energia della Dea Kundalini Shakti, che forgia e nutre il corpo.

>>Adi Shakti – Il Canto per riconnettersi con la Madre Divina<<

Perché le donne?
Perché sanno portare il grembo e fare spazio a ciò che emerge dall’unione delle due facce della medaglia Shiva-Shakti. Sanno essere il grembo universale che culla l’incarnazione del divino, da sempre. Perché – streghe, maghe, mistiche – da sempre portano l’umanità a quell’unione trascendente con l’Amore, la natura immortale dell’essere. E la vestono e la camminando ogni mese del loro ciclo.

Sanno essere il raffinamento mensile dell’amore incondizionato e la sua espressione.
Hanno una relazione privilegiata come Madre Gaia ed è ora il momento che diventino guida degli uomini, per i quali sanno tenere lo spazio di crescita ed evoluzione.

I codici della evoluzione attuale hanno a che fare con il perfetto connubio tra forze maschili e femminili, come dicono i Veda “l’acqua e il bagnato, il fuoco e il suo calore”.

Fuoco e Acqua, Shakti e Shiva by A K Mundhra

Alle donne è data questa capacità di sostare sul limitare tra la vita e la morte, il buio e la luce, la nascita e la rinascita.
Come nella ultima trilogia di guerre Stellari, Ray (ovvero raggio) è la paladina Jedi che salva la galassia perché è il perfetto bilanciamento tra il lato oscuro e quello chiaro della FORZA. Lei è a Forza. Come lo è ogni cosa, non c’è nulla al di fuori di essa.

E’ la forza che crea i contenitori che la conducono.
Come la kundalini shakti, dal perineo alla corona, forgia la colonna portante in cui si erge ed emerge.

Lo stesso identico gioco di dinamismo e staticità, l’acqua ed il letto del fiume. Richiede un grande lavoro interiore ed esteriore che porta a realizzare che siamo creatrici e creatori consapevoli della nostra realtà. Come della vita stessa. Qualunque sia la pratica di yoga, hatha, meditazione, bhakti, kyrtan, puja, ora è il momento di unire ciò che sentiamo in unione mistica spirituale con il mondo esterno materiale.

Sono lo specchio l’uno dell’altra e ciò conferisce il grande potere di raffinare in nostri software interiori di amore e gratitudine e vederli espressi nel partorire il nostro mondo.
E chi meglio delle donne sa partorire?
Per ciò adesso è il momento delle donne, del divino femminile emergente.

Il compito più grande per le donne è accettare e gestire in modo magistrale questo immenso potere. Accoglierlo, accettarlo, arrendersi alla Dea che le abita e lasciarsi possedere, fare la Sua volontà.

Soprattutto, non avere paura, affidarsi, uscire dagli schemi, ergersi orgogliose nel proprio potere personale, essere l’esempio che il mondo abbisogna. Il potere del divino femminile è circolare, comprensivo, a spirale, apprezzante di ogni diversità, così la kundalini muove nella sushumna nadi, così sedevano le donne nelle società matriarcali, così ci insegna il ciclo mestruale, lunare e stagionale.

Non c’è misticismo più grande che osservare un fiore crescente e percepire il connubio delle forze universali di femminile e maschile che gli danno vita e sentire scorrere in esso quella Forza, la stessa Forza che pervade ogni cosa e in essa fondersi, onorarla, ringraziarla ed esserne al servizio con la nostra missione dell’anima.

Il mondo, adesso, ha bisogno di questo.

Fonte: Le Voci dello Yoga


Il Risveglio della Shakti
Il potere trasformativo delle Dee dello Yoga

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...