Madre Terra, Pachamama, Spazi Sacri

Donne della Saggezza della Terra

di Phyllis Curott

Danzare attorno ad un enorme falò mentre migliaia di scintille salgono verso il cielo stellato, restare seduti in silenzio sotto una brillante luna piena, lasciarsi cullare dall’acqua dell’oceano, suonare i tamburi all’interno di una caverna scura e misteriosa sono solo alcune delle esperienze magiche in grado di cambiare la vostra vita per sempre.

Se la Divinazione ci aiuta a trovare il Divino dentro di noi e nelle nostre vite, entrare in contatto con la Natura ci unisce al Sacro che dimora nel mondo attorno a noi.

La Natura è l’incarnazione del Divinità e un tempo la gente viveva in stretto contatto con essa e ne riconosceva la sacralità.

Secondo una vecchia definizione, la strega era qualcuno che lavorava con forze invisibili, occulte. In un certo senso è vero, ma se non potete vedere le onde di energia che animano le particelle subatomiche, potete vedere l’espressione fisica di quell’energia; quando guarda la Terra in tutta la sua splendida perfezione, in realtà stiamo guardando l’espressione materiale di una divinità interiore.

Ecco così una nuova definizione di strega: una strega è qualcuno che è consapevole della Presenza Divina in ogni cosa.
E se si è alla ricerca del Sacro, se ne può  trovare in abbondanza nella Natura.

La Natura rende il Divino tangibile. E’ l’abito della Dea per rendersi visibile, la danza che il Dio danza per esprimere la sua gioia. E’ l’incarnazione della Divinità vivente.

Siamo soliti, quando si fa magia, a visualizzare prati verdi, boschi sacri, l’aria, l’acqua, il Sole, la Terra, ma la magia  non può essere soltanto immaginata,  dev’essere anche sentita e vissuta fisicamente. Non si ha bisogno di immaginare la Divinità se ci si trova in una foresta, in un campo di grano dorato, se state ballando nudi sotto la luna piena. In questo modo si può sentirla con ogni fibra del nostro essere.

La Natura è magia perchè è il corpo della Divinità, e la magia della Natura non dev’essere immaginata, ma semplicemente vissuta.

La Natura è la maggiore maestra spirituale e i praticanti delle religioni basate sul culto della Terra e della Dea, sono “studenti” della saggezza della Natura, e la “Maestra” è sempre disponibile. Essa è sempre presente, e per apprendere da Essa occorre essere aperti, ricettivi, attenti, rispettosi e grati!

Abbiamo bisogno della Terra per vivere fisicamente (cibo, aria, acqua, ecc.) ma anche per vivere Spiritualmente. Passando del tempo a contatto con Madre Natura impareremo a sintonizzarci con i suoi ritmi e con la sacra saggezza che vive nel flusso della sua energia.

”Gli animali, le piante e la terra stessa sono voci del Divino che cantano per voi: infatti il termine incantesimo significa proprio canto.

Il mondo è un luogo incantato, ed è tempo di riscoprirlo.

Facciamo in modo che la Natura stessa ci plasmi come “donne della saggezza della terra”…”

Fonti: Naturomagia | Il Tempio di Sophia Luna


L'Arte della Magia
Teoria e pratica per impararla, esercitarla e coglierne i frutti
Per Virtù d'Erbe e d'Incanti
La Medicina delle Streghe
Clorofillati
Rieducarsi alla natura e rigenerarsi
Le Voci del Bosco
1998 – 2014 un capolavoro senza tempo

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...