Calling, Goddess, Madre Terra, Sciamanesimo

Guariamo la Madre Terra

di Matteo Galli

Questo sarà un post veramente lungo, forse il più lungo che io abbia mai scritto. Mi sono ritrovato nelle ultime settimane a farmi guidare dalla Dea Madre come non è mai successo prima nella mia vita, il periodo di Beltane e le energie della Dea Amante mi hanno completamente stravolto e cambiato la vita. La Dea ha veramente cambiato tutto nella mia vita e con le energie di questa luna piena si è tutto più amplificato.

Vorrei proporvi una cosa per la terra. La Madre Terra. La Dea.

Come dicevo le energie di Beltane mi hanno donato parecchia parecchia ispirazione e grazie al contatto diretto con la Dea sono arrivato ad una importante conclusione. Il percorso che ho intrapreso mi conferma ogni giorno sempre di più che il mio unico scopo nella vita è servire la Dea, servire la terra e il suo popolo. Riportarla alla coscienza collettiva. Perciò eccomi qui a proporre una cosa a chiunque vorrà ascoltarmi, a chiunque ha a cuore il futuro e il destino della terra. Eccomi qui a presentarvi un semplice rito sciamanico, da me scritto, per guarire la Madre Terra.

Nelle culture tradizionali di tutto il mondo, la terra è sempre stata venerata come un essere vivente ed un’entità spirituale di grande importanza. La terra per tutte le culture antiche è una Grande Madre. Colei che da sempre fa nascere tutta la creazione dall’oscurità del suo grembo. Colei che ha il grande potere di donare e togliere la vita, colei che è la natura stessa e che è sempre in grado di rinnovarsi in un eterno ciclo di vita, morte e rinascita.

Purtroppo, il concetto di Madre Terra non è prevalso nelle moderne società industriali, e di conseguenza la Terra è stata notevolmente maltrattata. Chi di noi è preoccupato per questo problema può compiere un tentativo, a livello personale o collettivo, di guarire nostra Madre.

Questo rito non è stato pensato da parte mia come rito dedicato solo ai pagani o a coloro che seguono l’antica religione della Dea Madre, ma è stato pensato per tutti. Per tutte le fedi esistenti al mondo. Tutti quanti abbiamo una grande cosa in comune, la nostra casa. La terra. Perciò, se anche non riconoscete la terra come Grande Dea ma riconoscete la sua sacralità come portatrice di vita universale, vi prego di continuare a leggere questo mio post perché magari una volta finito di leggerlo ognuno di voi vorrà aiutare la terra riportando l’equilibrio nel mondo.

Come dicevo, questo rito è pensato per qualunque tipologia di fede. Per i Pagani, per i Cristiani, per i Buddisti, per i Taoisti, per i Satanisti, per i Mussulmani, per tutti… per tutte le persone indistintamente. Non dobbiamo lasciare che le differenze religiose o spirituali ma dividano, piuttosto dobbiamo imparare gli uni dagli altri e vivere in armonia. Soprattutto in questo momento storico che stiamo vivendo. Il posto del Cristo è al fianco della Dea Madre e così è lo stesso per tutte le altre divinità.

Ultimamente sempre più associazioni, gruppi e enti si battono per la salvaguardia dell’ambiente e della terra, per combattere il cambiamento climatico e salvare il futuro della terra, di tutti noi e di chi verrà dopo di noi. Io però credo che oltre a fare tutti qualcosa di materiale nel quotidiano per salvaguardare tutto questo, dovremmo anche fare qualcosa per salvaguardare le energie che la terra ci dona. Le energie che la terra ci ha donato per secoli e che l’uomo avidamente ha fatto sue senza offrire niente in cambio.

Credo che sia arrivato il momento di cambiare tutto questo ed è proprio grazie alla Dea che sono qui a proporre questo ad ognuno di voi che vorrà ascoltarmi.

Questo è un rito che andrebbe svolto in gruppo, in un cerchio di persone che collaborano e scambiano le loro energie tra loro e con la Madre Terra, ma andrà benissimo anche se verrà svolto da solitari. Lo scopo è uno, guarire la terra.

È un rito che può essere svolto in qualsiasi momento si vuole, ogni volta che si vuole.

Se avete deciso di svolgerlo con un gruppo di persone, come un grande cerchio di guarigione, dovrete prima di tutto spendere un po’ di tempo per conoscervi l’uno con l’altro. Fare un rito conoscendosi a vicenda farà in modo che l’energia del rito stesso scorrerà molto meglio attraverso ognuno di voi. Condividete esperienze, ascoltatevi l’uno con l’altro e se sono presenti persone di diverse religioni passate del tempo a parlare tra di voi su cosa per voi rappresenta la terra. Sul perché per voi è importante guarirla e sul perché per voi è importante vivere per la terra.

Ogni partecipante dovrà portare nel luogo scelto per il rito uno strumento musicale, che sia un tamburo sciamanico o un sonaglio o una chitarra o un flauto o un violino (qualsiasi strumento che sia in grado di aprire alla terra e all’universo il vostro cuore); un simbolo della propria fede e religione (un pentacolo, una croce, una triscele, una statuetta della Madonna, una statuetta della Dea Madre, ecc..); delle offerte (fiori, frutta, semi, ecc..) e due o tre pietre abbastanza grandi.

Per creare un’atmosfera, un’ambiente amorevole e ricco di pace e serenità per lo svolgimento del rito consiglio di eseguire degli esercizi di respirazione e di armonizzazione di gruppo.

Purificate le energie dello spazio in cui opererete.

Mettetevi d’accordo se intonare un canto o se cantare qualche mantra o ripetere parole di potere che vi permettano di centrare il vostro cuore e la vostra mente sullo scopo del rito. Se desiderate è possibile anche danzare, usate i vostri strumenti e suonate e danzate in onore della terra. Cominciate ad aprire il vostro cuore a quello che state facendo, connettetevi l’un l’altro e connettetevi con la terra sotto i vostri piedi.

Danzare o cantare contribuisce ad aumentare le energie sciamaniche del rito e aiuterà ognuno di voi che partecipate ad aprirsi alle energie di guarigione e di ispirazione.

Quando sentire che le energie che avete creato sono salde attorno a voi formate un cerchio tenendovi per mano come se diventaste un’unica cosa, e uno ad uno portare le pietre al centro del vostro cerchio e iniziate a formare con esse una spirale. Formate una spirale, simbolo della Grande Dea risalente agli albori della storia. Una spirale di vita, morte e rinascita. Una spirale che girerà in eterno e che fungerà da altare. Un altare che farà da tramite tra voi e la terra.

Nello stesso senso in cui avete iniziato a posizionare le vostre pietre iniziate a portare al centro della spirale i simboli della vostra fede e della vostra religione. Nel mentre posizionate i vostri simboli chiedete al Divino (a qualsiasi voi siate legati.. qualsiasi figura del divino che rientra nella vostra fede) di guarire la terra, donate la vostra energia e ringraziate per tutto ciò che la terra vi dona. Ringraziate per il cibo, per la vostra vita, ringraziate per l’amore, ringraziate per qualsiasi cosa in quel momento avete voglia!

(In questo rito non troverete parole già scritte che voi dovete recitare perché le parole devono uscirvi dal cuore, i rituali sciamanici non sono mai riti prefissati. Seguite il cuore e l’istinto, lasciate che il divino a cui siete legati parli attraverso di voi. Lasciatevi guidare e dite ciò che in quel momento sentire di dire in onore alla Madre Terra.)

Fate lo stesso per le offerte, uno ad uno portatele al centro della spirale e ringraziate.

Concluse anche le offerte, ogni partecipante può decidere adesso cosa si sente di fare. Potete sedervi attorno alla spirale e meditare su cosa avete appena fatto e su come questo possa aver influito nella vostra vita presente e su come potrà influire nella vostra vita futura. Potete pregare. Potete cantare. Potete suonare. Potete danzare attorno alla spirale. Potete continuare a ringraziare come meglio credete.

Ricordate che non esistono regole nello sciamanesimo.. esso è una pratica che può essere incluso in tutte le religioni. In qualunque vostra fede.
È un rito che potete assolutamente modificare come meglio credete. Vi chiedo soltanto un enorme favore! Condividetelo il più possibile, condividetelo ovunque perché sia un esempio e un imput per tanti!

Ricordate che la terra è sacra e va protetta, oggi giorno non va solo coltivata ma va anche curata e amata il più possibile. Noi uomini, noi tutti, possiamo essere per la terra fonte di dolore o fonte di profondo risanamento. Sta solo a noi scegliere. Ricordatelo!

Spero che ognuno di voi possa contribuire a riportare la Madre Terra al suo giusto posto nel mondo e nelle società odierne. Spero che formerete cerchi di guarigione e che imparerete a collaborare tutti insieme senza nessuna distinzione o senza nessun giudizio per guarire insieme la terra.

Siate tutti benedetti nel nome della Grande Madre!

Fonte


Manuale della Sciamana Moderna
(anche per Uomini)

 

4 pensieri su “Guariamo la Madre Terra”

    1. Ciao Silvia, piacere, Daniela^^ Sono onorata della tua nomina.. grazie mille.. se ho capito bene è una specie di catena tra piccoli blog per conoscersi.. se non ci sono limiti di tempo per fare il post, accetto.. in questo periodo proprio non ho il tempo.. a malapena aggiorno il blog.. se è possibile ricambio il favore più avanti..

      Colgo l’occasione per farti i complimenti per il tuo sito che non conoscevo.. ho già visto un paio di articoli che posterò sicuramente su Facebook!^^

      Grazie ancora.
      Buona giornata!

      Daniela

      1. Ciao Daniela, non c’è un limite di tempo per rispondere, io stessa ci ho messo un po’ perché ero molto impegnata – la nomina mi è arrivata in un momento veramente caotico!

        Scusami se ti rispondono solo ora ma non avevo visto la notifica del commento!

        Complimenti a te! 😀

        Un bacio,

        Silvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...