Antiche Conoscenze, Percorsi Iniziatici, Solstizi

La Luna e il Sole di Mezzanotte – Diventa portatrice di Luce

La Mezzanotte, e quindi la notte, all’occhio profano e superficiale altro non sarebbe che l’opposto del Mezzogiorno ma in realtà è il seme da cui avrà origine il giorno, il buio da cui nascerà la Luce.

Così come il profano viene condotto nel Tempio bendato, Egli è nell’oscurità e vive immerso nel buio della materialità. Ma queste condizioni in cui versa sono necessarie e imprescindibili per accogliere la Luce; per assaporare la Conoscenza che gli verrà concessa al momento dell’Iniziazione.

Nell’antichità tutte le iniziazioni avvenivano durante la notte e i riti iniziavano per lo più al tramonto. Esempi di questa Tradizione li possiamo trovare nell’antico Egitto laddove le iniziazioni ai misteri isiaci si svolgevano nella grande Piramide o in un tempio addobbato a sembrare l’oltretomba così come nel mitraismo veniva creata una notte artificiale con un soffitto dipinto a cielo stellato, in quanto la Luce che doveva illuminare i presenti doveva brillare nel buio.

jonna jinton7

La Mezzanotte altro non è che la più intensa profondità della notte stessa, la quale ci esorta a concentrarci nella nostra interiorità proprio perché è dall’iniziale buio interiore, nella ricerca del V.I.T.R.I.O.L. e dalla realizzazione dell’opera alchemica, che comincia il viaggio che ci porterà alla scoperta della nostra Luce interiore.

Citando Renè Guénon, egli sosteneva nei suoi scritti come il culmine del Sole spirituale abbia luogo a mezzanotte per analogia inversa con quello del Sole fisico, e l’iniziazione ai misteri antichi viene assimilata al Sole di Mezzanotte.

Scendere nella profondità delle proprie debolezze e della propria caducità è operazione spirituale che richiede anni, se non vite intere. La paura di affrontare le viscere di se stessi, del proprio sé è la prova che ogni Iniziato deve superare per riuscire a scorgere la Luce anche dalla propria tenebra interiore.

Possiamo ricercare un altro significato simbolico del Sole di Mezzanotte nella dualità della legge binaria in contrapposizione al Sole di Mezzogiorno: la Luna.

Luna che diventa Sole di Mezzanotte per coloro che vivono l’emisfero boreale; Luna che diviene Luce nell’oscurità e nella tenebre; Iside che illumina il nostro cammino nella ricerca di Noi stessi allorquando siamo avvolti dal buio.

La Luna, nel suo lento corso, lancia il suo manto d’argento nell’oscurità….Tutte le Luci illuminano l’occhio, guidano i passi e riempiono la mente dell’Uomo con soggezione e meraviglia. La creazione ci illumina fisicamente e intellettualmente.

lucia2015-5

Riprendendo le parole del Corpus Hermeticum di Ermete Trimegisto, dice al Compagno appena elevato: “..il cielo fu ornato poi di corpi luminosi, ma vi fu bisogno di creare la Luna, come fiaccola intermedia tra l’alto e il basso, la quale dopo avere ricevuto le influenze celesti le trasmette alla terra.”

Quindi la Luna che rappresenta la ricettività e che attraverso la sua attività diviene filtro tra ciò che è sopra e ciò che è sotto, tra ciò che è Luce e ciò che è Oscurità, riesce a trasmetterci le sue influenze che Lei stessa recepisce dal Sole Invitto e Onnisciente. Il Sole di Mezzanotte raffigurato come Luna che illumina il nostro cammino ci accompagna nel percorso più difficile, più irto di ostacoli e di debolezze ovvero il sentiero della notte, del sonno, della tenebra che avvolge i nostri più reconditi istinti e debolezze.

E’ solo attraverso questo Sole che è immanente alla vita umana, che è dentro di Noi e che non può perire che possiamo trovare la Luce anche quando Luce non c’è.

La battaglia perenne con il nostro Io più egoistico ed edonistico si svolge proprio nell’oscurità, laddove i raggi magici del Sole non possono arrivare a rischiarare il nostro Sé. “La Luce del cielo infonde la sua influenza per illuminarci nei sentieri della virtù e della gnosi “.

Il viaggio dell’Iniziato non si ferma mai. Non conosce differenza tra giorno e notte, tra mezzogiorno e mezzanotte, ma è continuo, imperituro, senza sosta. Il Tempio diviene Cosmo permanente e il passaggio dalla Colonna di Settentrione a quella di Meridione per l’Iniziato non deve e non può significare un punto di arrivo bensì un punto di non ritorno. Aver trovato la Luce nell’oscurità significa aver preso coscienza di Sé ma la lotta con il proprio Io durerà una Vita intera.

jonna3 jinton

La pratica del Sole di Mezzanotte

Questa pratica consiste nella visualizzazione del Sole di mezzanotte e si divide in due fasi. La prima fase deve essere realizzata nei momenti prima di addormentarsi. La seconda fase segue invece gli attimi successivi al risveglio mattutino. Questa tecnica si basa sulla contemplazione delle immagini realizzate mentalmente.

Spesso lo stato di veglia degli uomini è caratterizzato da un senso di torpore e irrealtà. Il fluire incessante dei pensieri, l’agitazione delle passioni e le influenze del mondo esterno non fanno che amplificare questo stato. Diversamente, durante le ore notturne la confusione comincia a dissiparsi ed è allora che si può sperimentare uno stato di calmo silenzio interiore.

La visualizzazione proposta qui di seguito ha la funzione di esaltare e fissare questo stato. Come il giorno costituisce per la nostra interiorità una fase di torpore, così la notte ne rappresenta la fase di risveglio.

Visualizzazione della sera

La sera, prima di addormentarti, immagina di essere ai piedi di un monte nelle prime ore della notte… Immagina poi di cominciare l’ascesa verso la cima di questo monte… Mentre prosegui lungo la cima, immagina che simultaneamente in cielo si levi il Sole, dissipando lentamente l’oscurità… Una volta arrivato in cima, immagina che il Sole sia allo zenit e che splenda luminoso in un cielo limpido e terso… A questo punto arresta la tua contemplazione, soffermandoti sull’immagine del Sole splendente e luminoso.

E’ importante intendere questa visualizzazione come ciò che realmente accade interiormente quando ci si trova sulle soglie del sonno. L’ascesa sul monte equivale a un lento e progressivo risveglio, che ovviamente non ha natura fisica, ma avviene nell’ambito dell’interiorità. Parallelamente, il dissiparsi delle tenebre equivale al graduale abbandono di tutto ciò che in noi è condizionamento e influenza esterna.

Visualizzazione del mattino

La mattina, appena sveglio, procedi in ordine inverso… Immagina di scendere dalla cima del monte verso la pianura… Mentre compi la tua discesa, visualizza il Sole che volge lentamente al tramonto… Una volta raggiunta la pianura, immagina che sia notte fonda.

Immagina dunque che nell’oscurità del giorno tu sia il portatore della luce del Sole di mezzanotte. Immagina che questa luce abbia sede dentro di te, nel tuo cuore.

192d3b3f1b3222912eca1475f5765e8b

”..Che la Luce eterna che ogni Iniziato ha dentro di sé vi assista nel far sorgere in voi il Sole di Mezzanotte, nell’attesa fiduciosa dell’alba”..

[tratto dai libri ‘Introduzione alla magia‘, ‘Rituale italico‘ e ‘Quaderni di Simbologia Muratoria‘]
©Jonna Jinton Photography

Sante, Dee, Martiri
Tra paganesimo e cristianesimo
Neith
Custode dell’Ultimo Segreto Alchimico
Calendario
Le feste, i miti, le leggende e i riti dell’anno
La Massoneria Femminile nel Mondo
Dalle logge d’adozione alle grandi logge femminili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...